HOME

HOME

Ulisse assistito dai compagni incontra l'ombra di Tiresia (cratere a calice lucano a figure rosse del Pittore di Dolone).
 

Tiresia era un celebre indovino tebano al quale la leggenda attribuì le più singolari avventure. Alcune versioni del mito narrano di come diventò cieco per aver visto Atena nuda, mentre si bagnava nella fonte Ippocrene. Quale compenso per questa sciagura ebbe da  Giove il dono di comprendere ed interpretare il linguaggio degli uccelli, di prevedere il futuro e di vivere a lungo.
Come indovino fu, prima di tutto, un mediatore fra gli dei e gli uomini e questo fatto gli permise di partecipare all'immortalità che caratterizzava gli dei.  In effetti visse per sette generazioni e non conobbe in termini reali la morte.

TIRESIA - economia, statistica, datamining